La tua prossima macchina sarà fatta di ananas e banane - Automobili - 2019

Anonim

Gli scienziati hanno sviluppato una nuova fibra da frutti come ananas e banane che è quasi forte quanto il Kevlar, la fibra utilizzata nei giubbotti antiproiettile. La nuova fibra "nono-cellulosa" fruttata è così forte che i ricercatori prevedono di utilizzarla per rinforzare le materie plastiche come quelle utilizzate per la fabbricazione di automobili. Le nuove fibre contribuiranno a portare un'era di materie plastiche che è più forte, più leggera e più ecologica di quelle in uso oggi, riferisce PhysOrg. Sfortunatamente, tuttavia, la tua nuova auto probabilmente non assaporerà gli agrumi.

"Le proprietà di queste plastiche sono incredibili", ha detto Alcides Leão, leader dello studio, "Sono leggere, ma molto forti: il 30% più leggero e 3/4 volte più forti. Riteniamo che molte parti di automobili, inclusi cruscotti, paraurti, pannelli laterali, saranno realizzate con fibre di frutta di dimensioni nanometriche in futuro. Per prima cosa, aiuteranno a ridurre il peso delle auto e ciò migliorerà il risparmio di carburante ".

La plastica a fibra fruttata può avere anche vantaggi meccanici rispetto alle attuali plastiche automobilistiche. La plastica rinforzata con nanocellulosa può essere più resistente al calore, alla benzina, all'acqua e all'ossigeno. Anche il prodotto è pronto. Leão stima che gli automotivi con la sua nuova fibra inizieranno a spuntare non appena tra due anni. Oltre a ciò, anche le parti metalliche possono essere sostituite dalla frutta.

"Finora, ci stiamo concentrando sulla sostituzione delle materie plastiche per autoveicoli", ha affermato Leão. "Ma in futuro, potremmo essere in grado di sostituire le parti automobilistiche in acciaio e alluminio utilizzando questi materiali nanocellulosici a base di piante".

Tradizionalmente, la fibra di cellulosa è stata raccolta dagli alberi e utilizzata per produrre carta, tra le altre cose. Più recentemente, gli scienziati hanno trovato un modo per estrarre minuscole fibre nano dal legno e da altre piante. Queste fibre sono così piccole che 50.000 potrebbero adattarsi alla larghezza di un singolo capello umano. Le foglie e gli steli di ananas, in particolare, sono una delle fonti più promettenti per le fibre nano-cellulosiche. Banane e gusci di cocco sono anche buone fonti di nano fibre. Leão ipotizza che queste plastiche potrebbero alla fine sostituire le valvole cardiache artificiali e altre parti del corpo.

L'unico lato negativo: il secondo che metti le banane in qualsiasi cosa, sopraffanno tutto il resto.