Guida la tua auto con gli occhi, non guardare il testo - Automobili - 2019

Anonim

Stanco di girare quel volante? Prova questo: i ricercatori tedeschi hanno sviluppato una nuova tecnologia che consente ai guidatori di guidare le auto usando solo gli occhi.

Raul Rojas, un ricercatore di intelligenza artificiale presso la Libera Università di Berlino, ha dichiarato venerdì che la tecnologia segue il movimento di un guidatore e, a sua volta, dirige l'auto in qualsiasi direzione guardino.

Rojas e il suo team hanno presentato il prototipo tecnologicamente avanzato sotto un cielo blu chiaro in un aeroporto della capitale tedesca.

La Dodge Caravan percorse l'asfalto dell'aeroporto abbandonato di Tempelhof, con l'autista che usava il suo campo visivo per controllare l'auto. Il volante dell'auto girava come se fosse guidato da mani spettrali.

La tecnologia chiamata eyeDriver consente alla vettura di guidare fino a 31 mph (50 km / h).

"Il prossimo passo sarà portarlo a guidare 60 miglia all'ora", ha detto Rojas.

Alla fine, tuttavia, il ricercatore di origine messicana punta ancora di più: "La sfida più grande è, naturalmente, guidare in una città con pedoni e molti ostacoli".

Per ora, gli esercizi rimangono relativamente semplici. Il Dodge insegue un pedone o un'altra macchina attraverso l'asfalto e mostra la sua agilità e perfino guida all'indietro - l'autista deve solo guardare nello specchietto retrovisore per guidare l'auto.

Tuttavia, non è chiaro quando - o se - la tecnologia sarà commercializzata come le domande su sicurezza e praticabilità abbondano: che ne dici di guardare una ragazza carina vicino alla strada per qualche secondo? Per non parlare delle telefonate o del testo durante la guida.

Ma i ricercatori hanno una risposta ai guidatori distratti: "The Spirit of Berlin" è anche un'automobile autonoma dotata di navigazione GPS, decine di telecamere, laser e scanner che le consentono di guidare da sola.

"La macchina può fare tutto. Può guidare autonomamente o può essere guidato dagli occhi del guidatore ", ha detto Rojas. Il compromesso è una modalità in cui l'auto guida da sola, basando le proprie decisioni su input di scanner e fotocamere e richiede solo che il guidatore dia indicazioni ai crocevia.

"La macchina si ferma agli incroci e chiede al guidatore una guida su quale strada prendere", dicono i ricercatori. Qualche secondo di attenzione con l'autista che guarda nella sua direzione desiderata fa ricominciare a scorrere la macchina.

Per dimostrare l'autonomia della vettura, Rojas a un certo punto saltò davanti alla macchina - che in quel momento stava guidando a forse 10 miglia all'ora - e la Dodge fu immediatamente fermata dalle telecamere che avevano rilevato l'ostacolo.

"Sono stato fortunato questa volta, " disse scherzando Rojas.

Mentre Rojas è fuggito, il conducente David Latotzky si è seduto tranquillamente sul sedile del passeggero, indossando un casco da bicicletta che è la chiave del funzionamento di EyeDriver: una telecamera montata su di esso monitora la strada, una seconda tiene costantemente traccia degli occhi del guidatore ' movimenti.

"Abbiamo scelto un casco da bicicletta perché sono i più ergonomici", ha detto Rojas. Tuttavia, vendere questa tecnologia ai clienti potrebbe essere una chiamata difficile: sembra che l'autista sia uscito direttamente da un film di Star Wars.

Ma se usare gli occhi per sterzare sembra comunque complicato, i ricercatori hanno già un'alternativa: usa invece il tuo iPhone. In autunno l'anno scorso hanno presentato una tecnologia che consente di utilizzare lo smart phone Apple come telecomando per l'auto.

"I sistemi di guida autonomi possono cambiare considerevolmente la nostra mobilità in futuro", ha affermato Rojas.

E se il veicolo pieno di tecnologia ha un grosso problema, c'è ancora un modo antiquato di fermarlo.

Due grandi pulsanti di emergenza esterni nella parte posteriore della vettura consentono alle persone esterne di spegnere tutti i sistemi.