Il secondo studio attacca la praticabilità di auto elettriche, ibridi plug-in - Automobili - 2019

Anonim

L'amministrazione Obama ha grandi progetti per i veicoli elettrici. Nel marzo 2009 l'amministrazione ha investito $ 2, 4 miliardi di dollari nello sviluppo di veicoli elettrici e tecnologia delle batterie.

I $ 2, 4 miliardi sono stati prelevati dalla fattura di stimolo economico da $ 787 miliardi USD e hanno fornito $ 1, 5 miliardi direttamente alle case automobilistiche, $ 500 milioni per le aziende che costruiscono componenti di veicoli elettrici e altri $ 400 milioni per ricerca e infrastrutture. Questo è in aggiunta a un credito d'imposta fino a $ 7, 500 disponibile per coloro che acquistano veicoli ibridi plug-in.

Tuttavia, nonostante tutti i soldi lanciati nel settore dei veicoli elettrici, il recupero dei consumatori viene continuamente messo in discussione. L'ultima reazione è in un nuovo studio proveniente dal Boston Consulting Group (BCG) secondo il Detroit News. Il rapporto suggerisce che i consumatori non vedranno un rimborso per il risparmio di energia / carburante dei veicoli elettrici per circa 15 anni. L'imminente Chevrolet Volt, tuttavia, fa ancora più male - secondo il BCG, il tempo di ammortamento dell'investimento per il veicolo è di ben 19 anni.

La ragione principale della disparità è la tecnologia della batteria. I progressi nella tecnologia delle batterie per fornire una gamma maggiore per i veicoli non sono arrivati ​​abbastanza velocemente. Allo stesso modo, il prezzo astronomico delle batterie utilizzate in veicoli come la Tesla Roadster e la Chevrolet Volt non scenderà a livelli più accettabili in qualsiasi momento.

Ancora più preoccupante è l'affermazione di BCG che un pacco batterie da 15 kWh che costa $ 16.000 oggi costerebbe ancora ben $ 6.000 tra dieci anni. BCG suggerisce una serie di cose per rendere i veicoli elettrici più appetibili per il consumatore statunitense, con due delle opzioni più esagerate: un aumento del 210% della tassa sul gas o dei prezzi del petrolio alle stelle a $ 375 / barile.

E non è solo BCG a predire il destino e l'oscurità dell'industria dei veicoli elettrici. DailyTech ha riferito a fine dicembre che il Consiglio Nazionale delle Ricerche (che è finanziato dal Dipartimento per l'energia degli Stati Uniti) non ha avuto troppe parole gentili da dire sulla fattibilità dei veicoli elettrici. Inoltre, i relativamente piccoli $ 2, 4 miliardi che l'amministrazione Obama ha già incanalato nel mercato dei veicoli elettrici dovrebbero essere estesi a centinaia di miliardi di dollari affinché i veicoli proliferino sul mercato.

Con entrambi questi studi che arrivano in prima linea a poche settimane l'una dall'altra, è difficile non guardare indietro ai commenti del presidente di Audi of America Johan de Nysschen nel settembre 2009. Ha commentato l'alto prezzo richiesto dalla Volt, affermando: "Nessuno è andando a pagare un premio di $ 15.000 per un'auto che compete con una (Toyota) Corolla. Quindi non ci sono abbastanza idioti che lo compreranno ".

Riguardo all'elettrica pura, ha aggiunto che sono "per l'élite intellettuale che vogliono mostrare quali anime illuminate sono." Più recentemente, de Nysschen ha commentato che "pagare i clienti per guidare le auto non è sostenibile", in riferimento al credito d'imposta di $ 7, 500 sopra menzionato.

Nonostante la polemica e la negatività che circonda i plug-in e tutti i componenti elettrici, i produttori stanno ancora spostando denaro e risorse per la produzione di tali veicoli. La Chevrolet Volt uscirà entro la fine dell'anno e Nissan sta preparando la sua Leaf elettrica per la produzione. Toyota sta lavorando su una versione di produzione di un plug-in Prius e Tesla sta accelerando con l'ulteriore sviluppo del suo Roadster e la versione di produzione del Modello S.

I veicoli stanno arrivando e non c'è modo di fermarli: ci vorrà solo del tempo per vedere chi è "stupido" abbastanza da comprarne uno.