Phoenix Roadster: la prima auto biodegradabile al mondo - Automobili - 2019

Anonim

Mentre tutti amiamo vedere e leggere l'ultima meraviglia di Maranello, o guardare con nostalgia alla nuova supercar esotica che emerge da Stoccarda, il fatto è che la maggior parte di queste opere d'arte automobilistiche sono costose, spesso proibitive; richiedono ingenti quantità di risorse, spesso non rinnovabili, e fanno ben poco per affrontare il problema in corso che emerge quando i rifiuti lasciati da un'auto sopravvivono al suo scopo.

Inserisci i designer di prodotto Kenneth Cobonpue e Albrecht Birkner con la prima auto biodegradabile in bambù e rattan del mondo, soprannominata Phoenix. La Phoenix fu costruita in 10 giorni, composta da bambù, rattan, acciaio e nylon. La lunghezza della macchina biodegradabile misura 153 pollici di lunghezza ed è una piccola soluzione a un grosso problema; i rifiuti creati da vecchie macchine che sopravvivono al loro scopo. Secondo Cobonpue, "questo progetto tenta di svelare il futuro dei veicoli ecologici utilizzando pelli tessute da fibre organiche accoppiate a materiali compositi e alimentati da tecnologia verde".

In media, una persona tiene un'auto per 5 anni nei paesi industrializzati, 10-20 altrove, e con questo nella mente la pelle biodegradabile di Phoenix è progettata per soddisfare quei bisogni senza sopravvivere al suo scopo. È interessante notare che la pelle del veicolo può essere sostituita in modo economico se il proprietario desidera mantenere la propria auto più a lungo, e il telaio della Phoenix può essere facilmente personalizzato per soddisfare le esigenze dei propri clienti. A partire da ora non c'è alcuna parola su esattamente ciò che alimenterà la Fenice, ma una configurazione completamente elettrica sembrerebbe abbastanza piccola da alimentare questa piccola opera d'arte.