Funzionari di New York accusati di aver piazzato illegalmente localizzatore GPS sulla macchina dei dipendenti - Automobili - 2019

Anonim

Fired l'anno scorso dalla sua posizione come direttore dello staff e sviluppo organizzativo per il Dipartimento del lavoro dello stato, il sessantacinquenne Michael Cunningham sospettava da tempo che l'agenzia statale fosse interessata a vedere il suo licenziamento dopo aver denunciato uno sforzo del governatore George Pataki per reclutare altri membri del dipartimento di stato a una colazione di preghiera nel 2004. Nel giugno 2008, un ordine scese dall'ufficio dell'ispettore generale che aveva un dispositivo GPS inserito segretamente nella BMW di proprietà privata di Cunningham. L'ispettore generale afferma che l'ufficio aveva tutto il diritto di posizionare il dispositivo sulla macchina mentre era parcheggiato in un parcheggio di proprietà dello stato.

Il dispositivo GPS veniva usato per monitorare la posizione di Cunningham durante le assenze. Gli investigatori hanno regolarmente scaricato i dati dal dispositivo e lo hanno sostituito con un nuovo modello ogni settimana per tracciare i movimenti della vettura fino all'8 luglio. Il dispositivo GPS ha anche monitorato tutti i movimenti di Cunningham durante una vacanza di 4 giorni in Massachusetts verso la fine di giugno. Nel marzo 2009, Cunningham ha ricevuto un avviso di disciplina dal Dipartimento del lavoro in 13 occasioni in cui Cunningham sosteneva di essere coinvolto in un evento lavorativo, ma era invece a casa.

Mentre le ruote del governo di New York continuavano a girare a passo di lumaca, l'udienza per le accuse di cattiva condotta non si verificava fino a gennaio 2010. Al momento dell'udienza, Cunningham aveva appreso che i dati raccolti dal dispositivo GPS durante quel singolo il mese nel 2008 costituiva la maggior parte delle prove contro di lui. Ha tentato di buttare fuori i dati dopo aver messo in dubbio la legalità del localizzatore GPS, ma è stato licenziato nell'agosto 2010. Nel mese di dicembre 2010, l'American Civil Liberties Union ha intentato una causa contro lo stato per conto di Cunningham chiedendo la rimozione delle informazioni GPS e una nuova audizione per Cunningham. Il caso è attualmente all'esame del Dipartimento di terzo grado giudiziario di Appelli ed entrambe le parti sono in attesa di una decisione della corte d'appello.