Anche la OnStar di GM attinge a Google Maps - Automobili - 2019

Anonim

Appena un giorno dopo che Ford ha annunciato che la sua tecnologia Sync basata su Microsoft avrebbe aumentato la capacità di ricevere le destinazioni tramite Google Maps, anche la General Motors sta andando avanti con Google: le aziende hanno appena annunciato un accordo che consentirà agli utenti per inviare destinazioni da Google Maps al loro servizio di navigazione On-Turn Turn-by-Turn utilizzando una nuova funzione chiamata eNav.

GM dice che la funzionalità eNav sarà disponibile su Google Maps entro la fine di giugno. Una volta nei loro veicoli, i conducenti saranno in grado di richiamare le destinazioni inviate al sistema del veicolo da Google Maps; il sistema OnStar genererà quindi le proprie direzioni Turn-by-Turn dalla posizione corrente del veicolo.

A differenza di Ford Sync, che è disponibile solo in alcuni veicoli selezionati nel 2010 e nel 2011, l'opzione Google Maps sarà disponibile su tutti i veicoli GM abilitati Turn-by-Turn fino al 2006.

"ENav è la soluzione perfetta per gli abbonati che amano la flessibilità di poter utilizzare Google Maps per pianificare i propri viaggi in anticipo, ma senza il fastidio di portare mappe cartacee nel veicolo", ha dichiarato il vicepresidente Onstar del nuovo business development Nick Pudar, in una dichiarazione.

L'accordo di Onstar con Google segue una dimostrazione delle funzionalità di mapping mobile basate su Android destinate al prossimo veicolo ibrido elettrico Chevrolet Volt.